Continua la febbre e il rimbambimento

feverDomenica sembrava andar meglio, ieri sono uscito per andare a far le visite in ospedale e a fare il controllo all’ASL e… boom, di nuovo qui oggi con febbricola e tosse. Beh, la tosse non mi é mai passata.

Tra poco c’é pure il FOSDEM, e io devo riprendermi per forza per venerdí!
Mandatemi pensieri positivi e tanto tanto karma positivo! 😀

Intanto gioco con un serverino comprato su soyoustart, un progetto di OVH, la versione francese si Aruba. Lo sto condividendo con Luca e ci stiamo studiando un bell’ambiente cloud di cui vi parleró. C’é il bel frontend nginx, due macchine web bilanciate, wordpress multisito, owncloud, server mysql, Zimbra… dimenticato nulla? Ma quanto pesa Zimbra? Gli ho dovuto dare chili di cpu e ram a quella macchina. Peró fa il suo dovere eh.
Questo blog é quindi migrato nel giro di un mese da DigitalOcean ad Amazon ad OVH. Viaggia piú lui di me! 😀

Insomma, anche sotto le coperte, tra una minestra e un sonnellino, continuo a studiare!

Ho anche finito il secondo libro delle Leggende del Mondo Emerso. Adesso parto a leggere qualche pagina del terzo e poi sonnellino che inizio giá a sentirmi deboluccio.

‘Notte!

Quell’oscuro intervallo è l’amore

Se non hai incontrato l’amore hai mancato il punto. Sei nato, hai vissuto, sei morto, ma hai mancato il punto. E’ un fallimento assoluto. Non hai colto l’intervallo tra le due note. La via verso quell’esperienza consiste di quattro passi: ricordali.
Il primo passo è: sii qui e ora. Perché l’amore è possibile solo nel qui e ora. Il passato e il futuro sono solo modi di evitare l’amore.
Il secondo passo è: impara a trasformare i tuoi veleni in miele. Perché parecchi amano ma il loro amore è contaminato da veleni: odio, gelosia, ira, possessività.
Terzo: condividi. Quando una cosa è negativa tienila per te, quando è positiva condividila. Di solito la gente fa il contrario.
Quarto: sii nulla. Quando sei pieno di ego l’amore scompare. Così facendo vivrai nel modo giusto, ovvero vivrai nel mondo ma non permetterai al mondo di vivere in te.

[Osho]

10 Semplici Cose che Devi Iniziare a Fare per la Tua Felicità

Ripropongo le 10 Semplici Cose che Devi Iniziare a Fare per la Tua Felicità di ViviZen.

“Hai bisogno solamente di una persona per cambiare per il meglio la tua vita: questa persona sei TU.”

  • Inizia a selezionare le persone che frequenti. – Scegli di trascorrere il tuo tempo con le persone che rendono migliore la tua vita. Non c’è spazio per gli altri.
  • Inizia a dire di no. – Se provi ad accontentare tutti, non renderai felice nessuno, tantomeno te stesso.
  • Inizia a difendere le tue opinioni. – Ciò che tu pensi è importante. Sempre.
  • Inizia ad agire in base alle tue priorità. – Non lasciarti impelagare in attività che non rispecchiano i tuoi interessi o le tue esigenze.
  • Inizia ad ascoltare le tue sensazioni. – Vai in profondità dentro te stesso, ascolta il tuo istinto, il tuo cuore e le tue sensazioni.
  • Inizia ad essere presente. – Metti da parte le preoccupazioni per il futuro e i rimpianti per il passato. Vivi nel momento e rimani presente nel qui e ora.
  • Inizia ad agire in base ai tuoi valori. – Non scendere a compromessi con i tuoi princípi, rimani fedele a te stesso.
  • Inizia ad essere produttivo, piuttosto che impegnato. – Non impelagarti in mille attività dispersive, ma focalizzati sul creare valore.
  • Inizia a mettere da parte le tue preoccupazioni. – La maggior parte delle cose di cui ti preoccupi non si verificheranno mai. Concentrati sul lavorare sodo per realizzare i tuoi sogni.
  • Inizia a combattere la paura con l’amore. – Attraverso il tuo cuore e i tuoi atti d’amore puoi conquistare il mondo.

Prima volta sulle ciaspole!

ale-ciaspoleEra tanto tanto tanto tempo che ci volevo andare e finalmente… ciaspole! 🙂

Siamo andati ieri io e la Cy sull’Alpe Devero. Abbiamo fatto un percorso abbastanza easy, dall’alpe Devero fino a Crampiolo, una passeggiata che giá avevamo fatto questa estate. All’inizio del percorso c’era qualche metro di sentiero senza neve e con le ciaspole é stato un po’ un casino, ma dopo il primo pezzo neve e ghiaccio a iosa.

Arrivati a Crampiolo polenta col misto alla Baita. Ottima e abbondante e il proprietario é una persona interessante con cui chiaccherarci!

Devo dire che sono piú in forma di quanto pensassi, ad un anno dal trapianto i progressi fisici sono enormi. 🙂

Ho scattato qualche foto che potete vedervi qui.

I Coloni di Catan

Terra in vista!!!!

I “Coloni di Catan” sono un giuoco in scatola molto molto faigo.

Avete mai giocato a Travian? Toglieteci i combattimenti, metteteci risorse in piú, riducete il gioco ad un’oretta e avete piú o meno ottenuto i Coloni! Solo che i Coloni di Catan sono stati fatti molto prima, tipo nel ’95.

i coloni di catanSi gioca che ogni giocatore é un gruppo di coloni che é arrivato sull’isola di Catan (mavah?). Chi arriva per primo ai 10 punti vita diventa il dominatore dell’isola e vince.

Questi punti vita si guadagnano costruendo colonie, cittá e collezionando carte edifici come mercati, biblioteche, universitá e cosí via.
Per costruire bisogna collezionare risorse (legna, rocce, lana, argilla, grano) minando i terreni intorno alle colonie e alle cittá (tiri di dado) o facendo scambi con i giocatori o scambi marittimi.

Il primo giro di gioco non é entusiasmante, le regole sono tante e alcune non banali – oltre al normale foglietto di regole c’é anche un libretto almanacco – ma giá dal secondo giro vi assicuro che inizia ad essere tutto piú chiaro e coinvolgente.

Buona giocata! 🙂

Pollo arrosto, piú semplice di quanto pensassi! :)

Avete presente quei bei polletti arrosto che vedete all’esselunga, che mandano quel bel profumino? Beh, ho scoperto che non ci vuole poi molto a cucinarli e che, anzi, vengono moooooolto meglio nel forno di casa! 😀

Praticamente prendi il pollo intero, gli apri le gambe e gli infili nel figone (é veramente enorme! 😀 ) rosmarino, timo, finocchietto, aglio, insommma, un po’ di erbe varie, quello che capita capita. Piú ce n’é, meglio viene.

Poi ci sbrodoli sopra olio e una spolverata di spezie per carne da una parte e dall’altra e lo massaggi per bene in modo molto sensuale. Piú é sensuale il massaggio piú vene meglio.

Poi metti in forno 180 gradi per un’ora. A metá cottura lo giri.
Se vuoi fare le cose di fighe mettilo in qualche modo rialzato su una griglia e metti dell’acqua nella pirofila per far scolare il grasso. Io ho in giro una griglia con sotto tre piedi, non so da dove venga ma é adattissima allo scopo.

Visto che ci sei in una pirofila metti qualche patata con la buccia per intero sempre con olio e spezie per la carne. Setessi tempi di cottura e girata. Poi quando son cotte te le apri a metá e ci metti su un bel tocco di burro/margarina e un po’ di sale.

Col pollo ‘sta ricetta viene da dio, con la gallina un po’ meno. Insomma, questi sono i risultati.

Buon appetito! 😀