Un blog Fast ‘n Furious

Stavo provando qualche test di velocitá con il sito http://www.webpagetest.org testando blog.alorenzi.eu ed altri due siti wordpress hostati rispettivamente su wordpress.com e su aruba.

Un blog hostato qui impiega 3.9s a renderizzare la prima volta, su wordpress.com 6.9s e su aruba 15.2s.

Inoltre, rivisitando la pagina il mio blog impiega 0.9s, wordpress.com 3.4s e aruba 3.5s.

Insomma, ‘sto giocattolino proprio ‘na chiavica non é!

Apache fallback VirtualHost

Oggi ho aggiunto nel mio dns *.alorenzi.eu come CNAME ad “alorenzi.eu.”. Questo comporta che ora qualsiasi cosa “butto” come dominio di terzo livello mi rimanderá al mio apache.

Purtroppo, se non configuravo il dominio di terzo livello correttamente mi ributtava sempre al wordpress generando un errore strano.
Ho quindi creato un VirtualHost di fallback messo prima di tutti gli altri configurato in questo modo:
<VirtualHost *:80>
DocumentRoot /var/www/notfound/
ErrorLog "logs/notfound_error_log"
CustomLog "logs/notfound_access_log" combined
</VirtualHost>

In /var/www/notfound ho messo un index.html con la scritta “SITE NOT FOUND”.

Ora, qualsiasi cosa butto sul mio web server butterá sempre “SITE NOT FOUND”, a meno di averlo configurato correttamente.

Provate con asd.alorenzi.eu o cacca.alorenzi.eu o quello che volete voi! 😀

Per i boschi di Tradate

Sabato io e PJ abbiamo fatto una lunga escursione per i boschi di Tradate. Sono molto piú belli di quanto pensassi, sviluppati in un’ampia area collinare. Abbiamo trovato tracce di cinghiale e uova che non siamo riusciti ad identificare. Qualcuno potrebbe averne un’idea? Rane?

Qui la traccia GPS dell’escursione.

2015-03-30-120153_247x356_scrot

IMG_20150328_103832

IMG_20150328_110133

Fortress America

fortress-america-1 Ieri ho finito la prima partita in solitario di “Fortress America”. É un gioco da tavolo anni ’80 – piena guerra fredda – che rispecchia in pieno il clima del tempo.

In un futuro alternativo il mondo é diviso in 4 blocchi: un americano e 3 blocchi comunisti. Quando il blocco americano sviluppa un sistema di difesa/attacco basato su laser gli stati comunisti decidono di attaccare gli stati uniti. Scopo dei comunisti é quello di conquistare almeno 18 cittá strategiche, mentre gli americani devono resistere per 10 turni.

fortress-americaIl gioco é avvincente anche giocato in solitaria, prendendo per ogni turno le parti di comunisti e americani, decidendo le tattiche migliori momento per momento. La partita é durata due giorni, giocando un paio d’ore a giorno, un’eternitá rispetto ai giochi a cui sono sono abituato. Gli ultimi turni, prendendoci un po’ la mano, sono durati molto meno dei primi. Con un po’ di pratica una partita potrebbe durare 2/3 ore o meno se i comunisti riuscissero a terminare la partita prima dei 10 turni.

Credo proprio che nel pomeriggio mi faró un’altra partita! 😀

Chiude Google Code

Altro servizio Google che chiude, ormai é una strage, se non porta cash, via.

Continuando questa politica quanto potrá essere considerato sicuro e a lungo termine utilizzare i servizi G? Sono sempre stato sostenitore del “Back Home Strategy”, ossia tornare ad avere servizi gestiti internamente, magari su macchine in claud visto che ormai hanno costi veramente irrisori. E in giorni come questi ne sono ancora piú contento.

Questo WordPress é hostato su una macchina fisica su cui io e fracescal abbiamo ricavato tante macchine virtuali su cui abbiamo due server web bilanciati con wordpress multisite e owncloud (utilizzato in multisite anche questo), mysql, dns, zimbra (per la mail) e continueremo ad aggiungere servizi per il nostro diletto piano piano.
Costo: 30eur/mo da dividerci in due e tutto il sistema é largamente sottoutilizzato.

Replacement per google code? GitLab. Tempo di installazione: una serata. Se sei una “startup-innovativa-tecnologica” non creodo che ci sia una-persona-una che non riesca mettere su una cosa del genere.

Intanto mi chiedo che fine faranno tanti progetti interessanti messi li sopra e “dimenticati” dai rispettivi proprietari.

Thank you Google.
And fuck you, again.