Le carni cancerogene dell’OMS #JeSuisPancetta

La notizia che ieri l’OMS ha dichiarato la carne canceragena ha fatto parlare tanto.

Credo che sia qualche cosa da leggere alla fonte visto che in giro ci sono tanti articoli, spesso piú lunghi dell’originale, ma un po’ dispersivi:

Il comunicato originale é questo: http://www.iarc.fr/en/media-centre/pr/2015/pdfs/pr240_E.pdf

Il consumo di carne rossa é classificato come probabile cancerogena.
Per carne rossa si intende manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo e pecora. Esclusi quindi pollame e pesce.

La famosa “processed meat” – insaccati e simili – invece é cancerogena. Si stima che un consumo di 50gr al giorno aumenta del richio del 18%.
Ció non vuol dire che se il rischio di ammalarsi é del 4% per chi mangia insaccati diventa del 21%, il 18% va calcolato sul 4% (4.75?).

Oltretutto una categoria o l’altra non significa che una cosa sia più o meno cancerogena ma che ci siano più o meno indizi che li identifichino come tali.

Qui sotto un’infografica molto interessante.

image

Immagine di copertina: Marco Natolli / Paolo Campana

strace

Strace, non strage.
Quell’utilissimo attrezzo che serve a capire che caspio sta facendo un processo che non ti fila di mazza, da usare prima del kill -9.

Qualche mese fa ho scoperto che si puó comodamente consultare con htop.

Selezioni il processo su cui ti serve indagare, consiglio di schisciare t per mettere i processi ad “albero” per pigliare il processo figlio che sta lavorando, e poi scisci s. Il tasto F4 fa scorrere in automatico lo strace e F5 lo mette in pausa.

E il disagio che ti viene quando capisci al volo cosa sta facendo il processo dando un’occhio al terminale che scorre. Li capisci che é piú facile capire le macchine che laggente.