Cascate dell’Acquafraggia – Passo Spluga [ 22/06/2014 ]

Una bella zingarata, siamo partiti con l’intenzione di ciondolare sul lago di Garda, ma una coda di 7km ci ha fatto desistere, puntando sul Lario, visitando la val Chiavenna, in particolare le cascate dell’Acquafraggia.

Siamo arrivati fin sotto alle cascate, ci siamo infradiciati con gli spruzzi ghiacciati. Goduria!

Ci siamo fermati ad un Crotto a mangiare.

Me: Scusi, il crotto é il ristorante, vero?

La barrista: No, il crotto é un posto dove si conservava il ghiaccio per l’estate, adesso vengono chiamati crotti i ristoranti tipici

Dunque, al crotto in questione ci devo tornare per la birra artigianale che non ho potuto degustare. In compenso ho degustato e gustato con giusto gusto dei fantastici pizzoccheri di castagne e spiluccato dal piatto della Cy dei fantastici gnocchi tipici del posto.

Burp

(cit me dopo il prazo)

Le uova servite con la polenta, ordinati dagli amici che ci accompagnavano che non son riuscito nemmeno ad assaggiare avevano dei tuorli enormi e arancioni, uova nostrane, ci ha assicurato la cameriera, non ho fatto fatica a crederci.

É stato piacevole godersi il fresco del passo dello Spluga, arrivando lí dove ancora la neve si conserva formando ghiacciati rivoli d’acqua.

Partecipanti: La Cy, Alex, Marina & il sottoscritto!